Caratterizzazione siti inquinati

Il servizio proposto è finalizzato alla identificazione e all'analisi degli eventuali stati di contaminazione presenti nel sito indagato ed a raccogliere tutti i dati e le informazioni necessarie per lo svolgimento delle successive attività di progettazione e realizzazione degli interventi di bonifica.
Il servizio di caratterizzazione dei siti inquinati, suddiviso in due fasi principali, si articola attraverso una serie di attività successive, di seguito descritte:

Fase 1 - analisi documentale; finalizzata alla identificazione di aree potenzialmente contaminate, che saranno investigate in modo approfondito durante la fase successiva:
  • ricerca di documenti ambientali in serie storica;
  • ispezione del sito;
  • interviste con il personale avente memoria storica del sito;
  • raccolta e valutazione di dati ambientali specifici del sito.
Fase 2 - Piano della Caratterizzazione; da effettuare ai sensi della Parte Quarta, Titolo V del D.Lgs.152/06, il documento, è costituito dalle seguenti sezioni:
  1. Raccolta ed analisi dei dati esistenti;
  2. Caratterizzazione ed elaborazione del modello concettuale preliminare;
  3. Definizione del Piano di Indagine del sito.
Il documento viene sottoposto all'approvazione degli enti competenti in sede di Conferenza dei Servizi. A seguito dell'approvazione, si procede con l'esecuzione, in contraddittorio con gli enti di controllo, delle attività di indagine diretta e indiretta delle matrici di interesse (terreni, acque sotterranee ed eventuali altre matrici, quali sedimenti, gas interstiziali, materiali potenzialmente contenenti amianto, oli potenzialmente contenenti PCB ecc.).

Le indagini avranno l'obiettivo di:
- verificare l'esistenza di inquinamento di suolo, sottosuolo e acque sotterranee; definire il grado, l'estensione volumetrica dell'inquinamento; delimitare il volume delle aree di interramento di rifiuti;
- individuare le possibili vie di dispersione e migrazione degli inquinanti dalle fonti verso i potenziali ricettori;
- ricostruire le caratteristiche geologiche ed idrogeologiche dell'area al fine di sviluppare il modello concettuale definitivo del sito;
- ottenere i parametri necessari a condurre nel dettaglio l'analisi di rischio sito specifica;
- individuare i possibili ricettori.
Condividi linkedin share facebook share twitter share
Siglacom - Internet Partner
MADE HSE è compresa tra le aziende ritenute strategiche ed autorizzate a proseguire in questa fase di emergenza, ai sensi del DPCM 22 marzo Allegato 1.
Seguiamo con estrema attenzione l’evoluzione dell’epidemia del virus Sars-CoV-2 in atto in Italia da qualche settimana ed applichiamo rigorosamente i protocolli di sicurezza disposti a livello nazionale.
Siamo pienamente operativi sia da casa, che dall’ufficio, che dal laboratorio e, anche in queste circostanze di estrema difficoltà per tutti, ce la stiamo mettendo tutta per rispondere alle richieste di servizi della nostra clientela.
Approfondisci