News ed Eventi
Made HSE News ed Eventi
Accordo Stato-Regioni del 07-07-2016, Accordo Stato-Regioni del 21-12-2011, Accordo Stato-Regioni del 22-02-2012, Acustica ambientale, Acustica degli edifici, Addestramento dei lavoratori, ambiente e salute, Ambiente Lavoro Bologna, Amianto, Analisi acque, Analisi acque di piscina, Analisi acque di processo, Analisi acque naturali potabili e industriali, Analisi acque potabili, Analisi amianto, Analisi chimiche, analisi degli alimenti, Analisi dei rischi, Analisi e classificazione dei rifiuti, Analisi inquinanti chimici, Analisi microbiologiche, Analisi OGM, Analisi rifiuti fanghi e terreni, Analisi zootecniche, Antincendio, Appalti, Appalti e Contratti Pubblici, Apprestamenti di sicurezza, Atmosfere esplosive ATEX, Audit ambientale, Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), Biogas, Bonifiche siti inquinati, Campionamenti di polveri gas e vapori, Campionatori prelievo aria, Cantieri temporanei o mobili, CLP, CONAI, Corsi attrezzature di lavoro, Corsi di aggiornamento e-learning, Corsi di formazione, Corsi di formazione sui rischi specifici, Corsi e-learning sicurezza sul lavoro, Corsi in aula sicurezza sul lavoro, Corsi on-line sicurezza sul lavoro, Corso addetti conduzione carrelli elevatori, Corso Addetti primo soccorso aziendale, Corso addetti squadra antincendio, Corso addetti uso carroponte, Corso dirigenti sicurezza sul lavoro, Corso HACCP, Corso lavoratori sicurezza sul lavoro, Corso piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE), Corso preposti sicurezza sul lavoro, Corso RLS sicurezza sul lavoro, Corso RSPP Datore di Lavoro, Corso RSPP/ASPP, Corso sui rischi di incidenti rilevanti, CPI, D Lgs 231/01, D.lgs. 50/2016, D.Lgs.152/06, Defibrillatori, Direttiva Macchine, Direttiva NEC, direttiva UE 2284/2016, Direttive ATEX, Dispositivi di Protezione Individuale, DLgs 231 2001, DLgs 231/01, dm 10 marzo 98, DM 24 dicembre 2015, Dochunter, Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), DPI anticduta, Due diligence ambientali, Due Diligence Salute e Sicurezza, ECHA, Ecologia, efficientamento energetico, EMAS, Emissioni in atmosfera, Esposizione a radiazioni ottiche artificiali, Esposizione agenti chimici, expo 2015, Formazione, Formazione dei lavoratori, Formazione on-line sicurezza sul lavoro, Formazione online, Gas Radon, gas tossici, Gestione delle manutenzioni, Gestione rifiuti, Igiene del lavoro, INAIL, Indagini strumentali, Infortuni e quasi infortuni, Infortuni sul lavoro, Inquinamento atmosferico, Laboratori di analisi, Laboratorio analisi chimico, Laboratorio analisi microbiologico, Lavori in quota, legge 68/2015, Marcatura CE, Modello organizzativo, Modello unico di dichiarazione (MUD), Movimentazione Manuale dei Carichi, norma ISO 45001, norma UNI EN ISO 14001, OHSAS 18001, open day Marcegaglia, Organi di Vigilanza e Controllo, Piano di emergenza aziendale, Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), Piano Operativo di Sicurezza (POS), Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS), Prevenzione incendi, Procedure di lavoro, Procedure di sicurezza, RAEE, Rapporto di sicurezza, REACH, Rischi campi elettromagnetici, Rischio biologico, Rischio cangerogeno, Rischio chimico, Rischio da fulminazione, Rischio elettrico, Rischio esplosione, Rischio incendio, Rischio industriale rilevante, Rischio rilevante, RSPP esterno, Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), Sicurezza sul lavoro, Sistema di Gestione Ambientale, sistema di gestione UNI EN ISO 50001, Sistemi di gestione, Sistemi di Gestione della Sicurezza, SISTRI, Software gestionale salute e sicurezza sul lavoro, Sostanze cancerogene, Sostanze pericolose per l'ambiente, Stress lavoro correlato, Tutela ambientale, UNICHIM, Valutazione d'impatto ambientale (VIA), Valutazione dei rischi, Valutazione esposizione ai campi elettromagnetici, Valutazione esposizione alle vibrazioni, Valutazione impatto ambientale (VIA), valutazione rischio campi elettromagnetici, valutazione rischio incendio, Verifica impianti ed attrezzature, Verifica impianti elettrici, Videoprocedure di sicurezza sul lavoro, zero infortuni
 

Regione veneto: fondi POR FESR 2014-2020 diagnosi energetiche

Regione veneto-fondi_POR_FESR_2014-2020_diagnosi_energetiche_Made Hse_Gruppo Marcegaglia

La Regione Veneto ha stanziato una dotazione di 6.000.000 € per incentivare progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica nelle PMI.

Il bando è rivolto alle PMI che presentano progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate dalla diagnosi energetica.

SCOPRI MAGGIORI DETTAGLI

CONTATTACI, possiamo aiutarti a redigere la diagnosi energetica, seguire le fasi legate agli interventi ed alla presentazione della domanda.


Regione del Veneto - POR FESR 2014-2020

Regione del Veneto concorre a realizzare gli obiettivi della strategia “Europa 20-20” incentivando le imprese alla riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti tramite il monitoraggio continuo dei flussi energetici e l’elaborazione delle buone prassi aziendali, l’installazione di impianti ad alta efficienza, di sistemi e componenti in grado di contenere i consumi energetici nei processi produttivi, nonché l’utilizzo di energia recuperata dai cicli produttivi, l’installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l’autoconsumo, la cogenerazione industriale, gli interventi di efficientamento energetico di immobili produttivi e la realizzazione di audit energetici.

La dotazione finanziaria pari a euro 6.000.000,00 (seimilioni/00) incentiva i progetti finalizzati al contenimento della spesa energetica, alla riduzione delle emissioni di gas climalteranti e alla valorizzazione delle fonti rinnovabili secondo le opportunità di risparmio energetico individuate e quantificate dalla diagnosi energetica.

Ciascun progetto dovrà articolarsi secondo le seguenti fasi:

  • valutazione ante intervento del fabbisogno energetico annuo complessivo dell'unità operativa oggetto del progetto e individuazione delle opportunità di risparmio energetico e di riduzione delle emissioni di gas climalteranti attraverso diagnosi energetica;
  • elaborazione e sviluppo del progetto di contenimento dei consumi energetici e delle emissioni di gas climalteranti;
  • valutazione post intervento di raggiungimento dell’obiettivo di progetto nonché di risparmio energetico e di riduzione di emissioni di gas climalteranti.

Sono ammissibili le seguenti spese:

  1. fornitura e installazione di nuovi impianti produttivi e/o macchinari ad alta efficienza energetica e/o di hardware nonché interventi che mirano all’efficientamento energetico degli impianti produttivi e/o dei macchinari già esistenti;
  2. fornitura e installazione di software necessari al funzionamento degli impianti produttivi e/o dei macchinari e/o dell'hardware di cui alla precedente lettera a). Tali spese sono ammesse nel limite massimo dell’importo delle spese di cui alla lettera a);
  3. opere murarie e impianti strettamente necessari all'efficientamento energetico negli edifici delle unità operative oggetto dell'intervento o ad esclusivo asservimento degli impianti produttivi e/o dei macchinari oggetto del programma di investimento, comprese le relative spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, nel limite del 70% del totale dei costi ammissibili a contributo. Tra le spese di cui alla presente lettera c) rientrano quelle per la fornitura e l'installazione di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile per l'autoconsumo (impianti solari fotovoltaici, solari termici, biomasse, ecc.) nonché le spese per la fornitura e l'installazione di impianti di cogenerazione per uso industriale. Le spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, incluse nei costi di cui alla presente lettera c), sono ammissibili nel limite massimo di euro 10.000,00 (diecimila/00);
  4. spese tecniche per le diagnosi energetiche ante e post intervento, di cui all’articolo 5, paragrafo 5.2, Fase 1 e Fase 3, lettera b), nel limite massimo di euro 5.000,00 (cinquemila/00) ciascuna.
  5. spese per il rilascio, da parte di organismi accreditati da ACCREDIA o da corrispondenti organismi esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di gestione ambientale o energetica conformi EMAS e alle norme ISO 50001 e EN ISO 14001 nel limite massimo di euro 10.000,00 (diecimila/00);
  6. spesa sostenuta per le garanzie fornite da una banca, da una società di assicurazione o da altri istituti finanziari, purché relative alla fideiussione di cui all’articolo 14, comma 14.3.

L’incentivo è concesso:

  • nel limite massimo di euro 150.000,00 (centocinquantamila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari o superiore a euro 500.000,00 (cinquecentomila/00);
  • nel limite minimo di euro 24.000,00 (ventiquattromila/00) corrispondenti a una spesa rendicontata e ammessa a contributo pari a euro 80.000,00 (ottantamila/00).

Non sono ammesse domande di partecipazione i cui progetti comportano spese ritenute ammissibili per un importo inferiore a euro 80.000,00

Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 2 Novembre 2017 esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema Informativo Unificato della programmazione Unitaria (SIU) della Regione.

 

© Copyright 2017