Supporto
Made HSE Supporto Scadenzario
Accordo Stato-Regioni del 21-12-2011, Accordo Stato-Regioni del 22-02-2012, Acustica ambientale, Addestramento dei lavoratori, ambiente e salute, Amianto, Analisi acque, Analisi acque di piscina, Analisi acque potabili, Analisi chimiche, Analisi e classificazione dei rifiuti, Analisi inquinanti chimici, Analisi microbiologiche, Analisi rifiuti fanghi e terreni, Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), Bonifiche siti inquinati, CONAI, Corsi attrezzature di lavoro, Corsi di aggiornamento e-learning, Corsi di formazione sui rischi specifici, Corsi e-learning sicurezza sul lavoro, Corsi in aula sicurezza sul lavoro, Corsi on-line sicurezza sul lavoro, Corso addetti conduzione carrelli elevatori, Corso addetti uso carroponte, Corso lavoratori sicurezza sul lavoro, Corso piattaforme di lavoro mobili elevabili (PLE), Dispositivi di Protezione Individuale, DPI, DPI anticduta, Ecolabel, Ecologia, Emissioni in atmosfera, Esposizione agenti chimici, Formazione dei lavoratori, Formazione on-line sicurezza sul lavoro, Gestione rifiuti, Impatto acustico, Infortuni e quasi infortuni, Infortuni sul lavoro, Inquinamento atmosferico, Laboratori di analisi, Laboratorio analisi chimico, Laboratorio analisi microbiologico, Lavori in quota, Organi di Vigilanza e Controllo, Prevenzione incendi, Procedure di lavoro, Procedure di sicurezza, Rischi campi elettromagnetici, Rischio biologico, Rischio cangerogeno, Rischio chimico, Rischio da fulminazione, Rischio elettrico, Rischio esplosione, Rischio incendio, Rischio industriale rilevante, Rischio rilevante, Rumore, Sicurezza sul lavoro, SISTRI, Sostanze cancerogene, Tutela ambientale, Valutazione dei rischi, Valutazione esposizione ai campi elettromagnetici, valutazione rischio incendio, Valutazione rischio rumore in ambiente di lavoro, Valutazione rumore in ambiente di lavoro, Videoprocedure di sicurezza sul lavoro
 

 

Giugno
15

Sicurezza e igiene del lavoro - Segnaletica di sicurezza - Lavori in sotterraneo - Denuncia infortuni settore estrattivo



Adempimento:
Entro questa data il "titolare" ex art. 2, comma 1, lettera B, D.lgs. n. 624/1996, deve trasmettere all'autorità di vigilanza un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.

Soggetti:
Titolare ex art. 2, comma 1, lettera B, D.lgs. n. 624/1996.

Riferimenti normativi sanzioni:
PERIODICITA': mensile
PROSSIMA SCADENZA: 15 luglio 2015


Riferimenti normativi:

Decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624
Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana 14 dicembre 1996, n. 293

Attuazione della direttiva 92/91/CEE relativa alla sicurezza e salute dei lavoratori nelle industrie estrattive per trivellazione e della direttiva 92/104/CEE relativa alla sicurezza e salute dei lavoratori nelle industrie estrattive a cielo aperto o sotterranee.

Articolo 25
Infortuni ed incidenti

1. I lavoratori sono tenuti a segnalare al piu' presto al sorvegliante ogni infortunio, anche se di piccola entita', loro occorso in occasione del lavoro.
2. Il sorvegliante comunica immediatamente l'infortunio, di cui sia venuto a conoscenza, al datore di lavoro dell'infortunato, al direttore responsabile ed al titolare, qualora diverso dal datore di lavoro.
3. Il direttore responsabile denuncia entro 24 ore, a mezzo telegramma o telefax, all'autorita' di vigilanza ogni infortunio che abbia causato ad una o piu' persone la morte o lesioni guaribili in un tempo superiore a 30 giorni; se, contrariamente alla prognosi iniziale, un infortunato non sia guarito in 30 giorni, il direttore responsabile fa denuncia all'autorita' di vigilanza entro la settimana successiva, allegando la documentazione medica.
4. La denuncia di cui al comma 3 deve essere comprensiva di una relazione sottoscritta dal direttore responsabile sulle cause e circostanze dell'infortunio.
5. Il direttore responsabile comunica altresi' all'autorita' di vigilanza entro 24 ore, a mezzo telegramma o telefax, tutti gli infortuni causati da emanazione, accensione o scoppio di gas nonche' da fuochi, incendi o allagamenti.
6. E' facolta' dell'autorita' di vigilanza, in relazione agli accertamenti conseguenti, richiedere la assistenza in merito del Comando provinciale dei Vigili del fuoco.
7. Il direttore responsabile da' immediata comunicazione, all'autorita' di vigilanza competente, a mezzo telegramma o telefax, di qualsiasi fatto, incidente o manifestazione sospetta che metta in pericolo la sicurezza delle persone e dei giacimenti.
8. Entro i primi 15 giorni di ogni mese il titolare trasmette all'autorita' di vigilanza competente un prospetto riassuntivo, anche se negativo, degli infortuni verificatisi nel mese precedente e che abbiano comportato un'assenza dal lavoro di almeno tre giorni.  

Importa nel tuo calendario